Agrifoglio (pianta simbolo del Natale)

E’ la classica pianta di Natale adatta a decorare giardini, terrazzi e balconi grazie alle sue bellissime bacche rosse.
Arbusto sempreverde originario dell’Europa centro-meridionale, presenta fusti ramificati e in natura più raggiungere i 10 metri di altezza come arbusto e 20 metri come albero.
Il suo nome botantico è il ex aquifolium (detto anche aquifolio, alloro spinoso, pungitopo maggiore), appartiene alla famiglia delle aquifoliaceae.
Grazie alle sue bacche rosse e foglie verde lucido dona un contrasto piacevole negli spogli giardini autunnali; la sua particolarità è data dagli aculei delle foglie.
Le foglie sono di colore verde scuro lucente, alcune variegate hanno foglie verde chiaro e margini color giallo chiaro.
Sono piante molto decorative e grazie alla loro chioma sempreverde anche nei mesi che non hanno le bacche donano sempre eleganza al giardino.
Non richiede particolari cure ed è molto resistente sia agli inverni rigidi che al caldo estivo.
Cresce bene sia in posizione semi-ombreggiata, che in pieno sole, metterlo in un luogo completamente all’ombra invece comporterà uno sviluppo meno rapido ed un aspetto meno folto e compatto.
Resiste molto bene agli scarichi inquinanti proveniente dalle strade, che ai venti ed alla salsedine delle zone di mare.
Grazie a questa sua particolarità (usato anche come siepe protettiva in quanto il bordo delle foglie è leggermente pungente), è adatto sia nei giardini di abitazioni vicine alle strade trafficate che nelle località marine.
Cresce lentamente e non necessita di potature; sarà sufficiente spuntarlo per mantenere la forma e la simmetria della pianta all’inizio dell’estate e a fine agosto (se si vuole realizzare la forma a piramide avrà bisogno di qualche aggiustamento in più).
Per avere una pianta bella e rigogliosa si dovrà concimare in primavera (in quanto comincia a fiorire verso la fine dell’estate e la fioritura continua tutto l’anno) ed in autunno.
E’ una piante robusta, non particolarmente soggetta a malattie, può comunque essere attaccata dalla cocciniglia e prendere la ruggine.
Se attaccato dalla cocciniglia, si potrà utilizzare il cosiddetto olio bianco; nel caso invece prenda la ruggine (fungo), si dovrà ricorrere ad un fungicida appropriato.






Condividi su