I nostri Agrumi

Vasta produzione di agrumi, disponibili tutto l’anno, a partire da quelli più giovani (in fitocella), fino agli esemplari.

ARANCIO SANGUINELLO: dimensioni medie, pochi semi e polpa rossa sanguigna molto dolce.
I suoi gustosissimi frutti maturano a gennaio e ci deliziano fino a primavera inoltrata.
Grazie alle sua proprietà è un alleato prezioso della salute e aiuta efficacemente a contrastare i radicali liberi.
Il suo succo è inoltre ricco di sali minerali e vitamine 


ARANCIO MORO: buccia con sfumature rosse più intense su un lato ed un sapore tendente all’acidulo.
La sua forma è ovoidale e la polpa rosso scuro tendente al violaceo senza la presenza di semi, è molto succosa e si presta ad essere spremuta.
Varietà molto ricercata in quanto è molto resistente e produttiva.
La sua maturazione è precoce in quanto comincia a maturare a dicembre e si protrae fino a febbraio-marzo.

 ARANCIO WASHINGTON O PERNAMBUCCO: è una delle varietà più amate grazie al suo gusto dolcissimo e molto succoso, ottimo da mangiare a spicchi, buonissimo anche per fare le spremute.
La sua fioritura abbondante inizia in primavera ed i suoi fiori bianchi profumatissimi danno origine a frutti molto grossi verso la fine di novembre.
Gli aranci washington si distinguono dalle altre varietà in quanto al loro interno hanno un “piccolo arancio” e la polpa bionda e senza semi ha un sapore estremamente dolce e piacevole.

ARANCIO TAROCCO:  pezzatura medio-grande con buccia liscia con colorazione giallo-arancio e sfumature rosse che occupano più della metà della superficie.
La polpa ha una colorazione giallo-arancio con un gran numero di pigmentazioni rossastre.
Considerata la più buona tra le famose arance rosse di Sicilia (insieme al sanguinello ed al moro), i suoi frutti maturato da dicembre a febbraio.


ARANCIO NAVELLINA: pezzatura media, la sua caratteristica e’ di avere un altro piccolo arancio nella zona sottostante con polpa bionda  dolce e senza semi. La sua maturazione è precoce inizia già a novembre. Ottimo consumato fresco ma anche per marmellate e spremute.

ARANCIO OVALE CALABRESE: di pezzatura medio-elevata la sua buccia è di color giallo con polpa arancione chiaro, molto succosa e priva di semi. Il frutto è tardivo e matura tra Marzo e Aprile.

CLEMENTINO: e’ il mandarancio piu’ diffuso al mondo. Di forma rotonda, con buccia liscia e sottile che si stacca con molta facilità. La sua polpa dolce e succosa è di colore arancione intenso molto profumato. Ha una buona resistenza al freddo in confronto al mandarino. La maturazione del frutto va da gennaio a Marzo.

CLEMENTINO RUBINO: è una delle piante che produce una grossissima quantità di antiossidanti, infatti i frutti in piena maturazione diventano quasi neri. Il suo frutto di medie dimensioni, matura a fine dicembre ha una buccia molto spessa con  polpa  molto buona e saporita con pochi semi.

MANDARINO: il mandarino è pezzatura media. La sua buccia è sottile non aderente alla polpa che è di color arancione, formata da un gran numero di spicchi succosi aromatici e ricchi di semi. La sua maturazione va da dicembre a gennaio.

POMPELMO GIALLO: di grosse dimensioni, con scorza molto chiara e polpa grumosa, acidula e  di buon sapore. La sua maturazione è da Gennaio a Febbraio.

POMPELMO ROSA: di medie dimensioni con  buccia sottile e polpa rosa intesa molto succosa e con gusto dolce. La sua maturazione è da meta’ novembre fino ai primi giorni della stagione primaverile.

CEDRO: è una pianta rifiorente con vari cicli annuali di fruttificazione. Il frutto è particolarmente grosso, intensamente profumato e provvisto di una buccia spessa che si presta in particolare  per la trasformazione in canditi. La sua polpa è scarsa e poco succosa.

KUMQUAT: detto anche Fortunella o mandarino cinese è un frutto che assomiglia al mandarino, molto piu’ piccolo e ovale. La sua caratteristica è che puo’ essere mangiato direttamente con la buccia. Il suo sapore e’ agrumato all’arancia, lievemente aspro ma molto aromatico. La maturazione del frutto si ha da fine ottobre a febbraio.

CHINOTTO: piccolo albero da cui si ricava il frutto per la produzione della famosa bibita rinfrescante, ottimo anche per marmellate e sciroppi. Il chinotto ha una forma rotonda e piccola, la maturazione è lunga infatti il frutto piu’ maturo si raccoglie a dicembre e quello semi-maturo tra giugno e novembre.

LIME: il suo fiore chiamate Zagara è molto profumato e utilizzato per creare olii essenziali usati sia in cosmesi che per profumazioni ambienti. Il suo frutto è piccolo, ovale o rotondo dalla buccia sottile di colore verde  che conferma la sua maturazione perfetta, quando diventa gialla invece è troppo maturo.

SATSUMA: il mandarino satsuma è un incrocio tra pompelmo e clementino di forma  tonda leggermente oblata con buccia gialla o verde intenso. La sua polpa e’ arancione ed il sapore e’ simile ad una clementina con un pizzico di mandarino ma con spicchi piu’ grandi e privo di semi. La sua maturazione è molto precoce tra settembre, ottobre e dicembre. Ottimo per produzione di marmellate e mostarde, sorbetti ma anche consumato fresco.

BERGAMOTTO: albero sempreverde rifiorente che produce in vari periodi dell’anno. La maturazione dei frutti avviene da dicembre a gennaio. All’inizio si ha un  color giallo limone, in questa fase viene raccolto il frutto per la produzione di olii essenziali e profumi. Se  lasciato a lungo attaccato alla pianta diventa piu’ commestibile ed è usato principalmente per marmellate, sciroppi succhi e canditi. Va irrigato con costanza, soprattutto nel periodo estivo.

CALAMONDINO: detto anche” Mandarino nano” produce fiori dalla primavera all’autunno.  La maturazione si ha da novembre a dicembre, con frutto di  dimensione molto piccolo di color giallo-arancio con polpa molto acida e acidognola, infatti viene utilizzato principalmente per marmellate e canditi. La sua posizione ottimale è in zone luminose e soleggiate, molto resistente al caldo ma poco al clima rigido. Richiede innaffiature  costanti soprattutto nel periodo primaverile-estivo.

LEMON CAVIAL : arbusto sempreverde molto cespuglioso e spinoso. La sua caratteristica è la produzione di piccoli frutti grossi quanto le dimensioni delle dita, nella quale al suo interno si trova una polpa di piccole vescicole traslucide e croccanti simil caviale. Molto usato nei paesi asiatici, da qualche anno viene utilizzato nella nostra cucina locale come insaporitore al gusto di limone. Ama temperature calde e posti soleggiati, teme il freddo. Necessita di irrigazioni costanti. Si hanno diverse colorazioni: bianco, rosa, verde, rosso.

LIMONE CARRUBARO: di qualità quattro stagioni, fiorisce bene tutto l’anno ma la migliore avviene in primavera. Pianta molto  produttiva, il suo frutto è piu’ piccolo rispetto alle altre qualità con buccia fine  ma molto succoso.

LIMONE ZAGARA BIANCA: di qualità quattro stagioni, la sua particolarità è la produzione di meravigliosi fiorellini di colore bianco. Il suo frutto è di media grandezza con succo giallo e gustoso.

LIMONE AMALFITANO: la sua fioritura avviene in primavera e la maturazione completa avviene in inverno. Il suo frutto è grande di forma ellittica (la sua lunghezza supera la larghezza). Ottimo da mangiare compresa da buccia.

LIMONE QUATTRO STAGIONI O LUNARIO: pianta che fiorisce e fruttifica tutti i mesi dell’anno. I suoi frutti hanno una forma ellittica allungata di colore giallo chiaro con polpa succosa.

Condividi su