Piante da frutto

Ernesto nelle piante da frutto

Albicocco: pianta da frutto molto diffusa nelle nostre zone, conosciuta soprattutto la varietà valleggia, frutto di medie dimensioni caratterizzato da puntini rossi.
Ciliegio: sono piante molto rustiche, facili da coltivare ed utilizzate non solo nei frutteti, ma anche nei giardini in quanto producono fiori molto ornamentali. E' luogo comune pensare che queste piante non vadano potate: nulla di più sbagliato. Primo perchè come ben sa' che li possiede, le ciliegie più buone (quelle belle nere) sono proprio in cima all'albero, e quindi diventa difficile e pericoloso raggiungerle e vanno a male... secondo perchè potandolo si ha sempre una pianta bella e contenuta nelle dimensioni, che non patisce se viene potata nel periodo giusto: ovvero quando ha il frutto attaccato.
Melo: molto diffuso nelle zone temperate, non sopporta i terreni calcarei. Molte sono le varietà, per questa ragione vengono suddivise in varietà estive (ad esempio la mondial gala, l'ozark gold), varietà autunnali (golden delicius, starking rossa) e varietà invernali (renetta, annurca,mela della ruggine). Frutto particolarmente apprezzato in quanto il suo utilizzo in cucina è notevole: da' un buon sapore ad ogni piatto, che sia una macedonia, una semplice torta o una crostata (scoprite le ns. numerose ricette con questo buonissimo frutto disponibile tutto l'anno a seconda delle varietà).
Pero: è una pianta arborea da frutto largamente coltivata in tutte le regioni. Originaria dell'Asia occidentale si presenta in varietà sia estive (coscia, morettina, bella di giugno), autunnali (william rossa e gialla) ed invernali (kaiser, abate). E' un po' come la mela in cucina, si presta a completare e insaporire ogni piatto: dalla macedonia, alla torta di pere e cioccolato, alla crostata con marmellata di pere (noi abbiamo fatto quella di pere estive ed è venuta buonissima, guardate le foto e scoprite le ns. ricette).
Pesco: pianta originaria della Cina ormai molto diffusa nel nostro paese. Le varietà delle pesche sono suddivise in base all'epoca della maturazione e della polpa che può essere bianca o gialla. Ottima da mangiare appena staccata dall'albero, in macedonia anche da sola in quanto dolcissima soprattutto nel mese di luglio, oppure per fare le pesche sciroppate o ancora la marmellata da mangiare nel periodo autunnale-invernale. Abbiamo fatto tantissime torte molto gustose con questo frutto che vi invitiamo a guardare e provare...
Susino: coltivata in particolare per i suoi frutti che vengono consumati freschi o essiccati e per la produzione di marmellate e gelatine. I suoi frutti possono essere particolarmente piccoli (ramassin) oppure medio-grandi (regina claudia), o grandi (grossa di felisio), a pasta bianca o rossa. Anche di questo frutto così buono e prezioso non ci siamo fatti sfuggire di fare marmellate e torte...
Kiwi: pianta originaria cinese ha trovato nel nostro paese una notevole diffusione favorita dal buon clima. Il frutto ha una buona conservazione e si consuma da novembre a maggio, è ricco di vitamina c.